La Fonte parifica l’ERT per i lavoratori di Cesena e Ravenna

Accordo sindacale per la cooperativa sociale La Fonte di Cesena che gestisce il personale all’interno di due Case Protette per Anziani, rispettivamente a Cesena e Milano Marittima.

 

Il tema è quello del ERT (Elemento Retributivo Territoriale), una cifra annuale che viene definita nel contratto integrativo di secondo livello, stipulato provincia per provincia con le organizzazioni sindacali.

Ma mentre a Ravenna quest’anno l’importo dell’ERT sfiora i 200 euro, per la provincia di Forlì-Cesena si parlerebbe di 25 euro.

L’ottica dell’accordo è quella di omogeneizzare e combattere le disparità che si sono venute a creare in territori vicini e tra lavoratori e soci che svolgono la stessa mansione all’interno della stessa cooperativa.  L’accordo stipulato dalla Fonte prevede infatti l’erogazione della stessa cifra (198 euro) ai lavoratori del Livello C2 (OSS) anche per la Provincia di Forli-Cesena, parificandola a quella di Ravenna nella busta paga di Luglio.

«Il consiglio di amministrazione della Cooperativa ha inoltre verbalizzato che ogni anno, situazione economica permettendo,  si provvederà a parificare l’importo dell’ERT al rialzo, corrispondendo la cifra più alta fra le due. Questo nell’ottica di superare le disparità di trattamento economico a parità di mansione, visto che siamo tutti soci della medesima cooperativa», spiega la presidente Cristina Campana.

Tale decisione è stata ratificata durante l’ultima Assemblea dei Soci svolta a inizio agosto. La cooperativa sociale La Fonte è associata a Legacoop Romagna e occupa 72 dipendenti, di cui 52 soci.

«Crediamo molto in questa politica di uguaglianza salariale e auspichiamo caldamente che in futuro si possa giungere a un contratto Integrativo unico per la Romagna», conclude la presidente.

Nessuna parola chiave assegnata