Le Cooperative Agricole Braccianti presentano il loro report

Le Cooperative Agricole Braccianti della provincia di Ravenna (CAB) continuano a dare un importante contributo all’agricoltura: conducono 12.000 ettari di terreni, l’11% del totale provinciale e danno lavoro a oltre 620 persone, applicando con precisione norme e contratti di lavoro, in linea con i loro valori fondativi. Si tratta di un patrimonio che viene trasmesso da più di un secolo, da generazione a generazione di soci lavoratori.

I dati dettagliati saranno presentati mercoledì 4 dicembre ore 15 alla Sala Nullo Baldini del Palazzo di Legacoop Romagna a Ravenna, dove verrà presentato il Report 2019.

Nel corso dell’iniziativa, coordinata da Stefano Patrizi, presidente di Promosagri e responsabile Agroalimentare di Legacoop Romagna, si susseguiranno gli interventi di Eleonora Proni, vice-presidente della Provincia di Ravenna per i saluti, Aldo Zoppo di Federcoop Romagna per i dati e le tendenze del Report CAB 2019, Cristian Maretti, presidente di Legacoop Agroalimentare Nord-Italia, Simona Caselli, assessore all’agricoltura della Regione Emilia-Romagna, Leonardi Pofferi, responsabile dell’Alleanza delle Cooperative Italiane a Bruxelles. Prima del termine avverrà la consegna degli attestati di partecipazione del corso per i giovani soci da parte di Demetra Formazione.

Concluderà la mattinata Mario Mazzotti, Presidente di Legacoop Romagna.

«Le CAB – spiega Patrizi – sono un solido supporto alle comunità locali. Nel corso degli ultimi anni, tra le altre cose, hanno fornito un contributo importante all’ambiente e contro i cambiamenti climatici. Hanno infatti rinaturalizzato il 7% dei loro terreni e ormai un quinto delle superfici coltivate è destinato al biologico. Da sempre conferiscono produzioni ampie e costanti a sostegno della filiera cooperativa e dei suoi soci e sono partner per la ricerca e la disseminazione delle innovazioni».

Nessuna parola chiave assegnata