Le cooperative alla Settimana del Buon Vivere

Trentamila visitatori, quasi tremila studenti alle iniziative per le scuole, più di 350 relatori e ospiti: sono numeri importanti e in crescita quelli con cui si è congedata la quarta edizione della Settimana del Buon Vivere, che da lunedì 30 settembre a domenica 6 ottobre ha animato Forlì e Cesena con più di 150 eventi dedicati al Benessere Equo e Sostenibile. Un successo che l’ideatrice della manifestazione, il direttore di Legacoop Romagna Monica Fantini, ha condiviso chiamando con sé sul palco del Teatro Fabbri i volontari del BV OFF e i giovani che hanno contribuito all’organizzazione in occasione dell’ultimo appuntamento, quello con Giuseppe Cederna al Teatro Fabbri di Forlì.

Chiusura Settimana del Buon Vivere3 06-10-13
E in effetti il ruolo dei giovani nella Settimana del Buon Vivere è sempre più visibile. Giovani e giovanissimi sono i volontari che ogni anno donano il loro tempo con una generosità senza la quale questa manifestazione non potrebbe esistere. Ma giovani sono anche le cooperative culturali e della comunicazione che operano per gestire tutta l’organizzazione. E giovani, infine, sono tantissimi degli spettatori, non solo agli eventi per gli studenti, come è normale che sia, ma anche nel corso dei convegni e dei momenti di intrattenimento.

Il ruolo delle cooperative
La Settimana del Buon Vivere coinvolge una rete di più di 160 partner e sponsor che lavorano insieme per la promozione dei valori e dell’immagine di una comunità.
Naturalmente non mancano gli imprenditori privati (alcuni di rilievo nazionale e mondiale come Blackberry, Abbott, Intesa San Paolo, IVS Italia, Bper, Diatech e Vodafone), ma crediamo sia giusto ricordare sulle pagine di questo giornale, che al mondo di Legacoop è dedicato, quelle aziende associate che hanno contribuito in maniera diretta a sostenere la manifestazione: dal main sponsor Conscoop (vedi riquadro a fianco), passando per Almaverde Bio e Apofruit, Cia-Conad, Coopfond, Tipografico dei Comuni, Car Server, Cevico, Coop Adriatica, Idrotermica Coop, Insieme Salute Romagna, Cooperdiem, C.A.C., Ceif, Alimos, Assicoop Romagna Futura/Unipol, Caiec, Formula Servizi, Giuliani e Consorzio Appennino Romagnolo.
Tante anche le realtà aderenti a Legacoop che hanno partecipato con eventi, idee e iniziative: tra queste Accademia Perduta/Romagna Teatri, Acquarello, Anima Mundi, Arci, Around Sport, Cad, Casa del Cuculo, Ccils, Cils, Cim, Csipm, Lungosavio, Puntadiferro, Dialogos, Fondazione Barberini, Fondazione Unipolis, Sicurstrada, Generazioni, Gulliver, Il Mandorlo, Il Tetto Giallo, Innovacoop, Ior, Legacoop Agroalimentare, Libera Terra, Mercuzio, Quadir, Librerie.coop, Tragitti, UISP, Uniser, Associazione Senzani, Videoinfo.
Organizzazione e comunicazione, infine, sono stati curati da Tribucoop e Sunset, due giovani realtà cooperative di Forlì-Cesena.

Parole chiave: box settimana del buon vivere